FAD

Promossa da FeDerSerD

FOCUS SU DISTURBI DEPRESSIVI, SCHIZOFRENIA E CONSUMO DI SOSTANZE. Principi di trattamento e strategie integrate

FAD ECM ASINCRONA
Online da lunedý 9 settembre 2024 a domenica 31 agosto 2025

Accreditamento: la FAD ASINCRONA Ŕ accreditata ECM per le seguenti figure professionali: MEDICO CHIRURGO (tutte le specializzazioni), INFERMIERE, PSICOLOGO, EDUCATORE PROFESSIONALE, TECNICO DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA Crediti ECM: 13



Le interconnessioni ubiquitarie e le interazioni avverse tra malattie mentali e disturbi da uso di sostanze sono ben documentate da oltre 25 anni. Tutte le malattie mentali sono associate ad un incremento dell’uso di sostanze rispetto alla popolazione generale. Negli ultimi 10 anni il numero di persone che hanno disturbi da uso di droghe è aumentato del 45%.
La principale sfida attuale per la Psichiatria e i Servizi per le Dipendenze oggi è la comorbilità psichiatrica.
Le persone con problematiche di Doppia Diagnosi aumentano con un ritmo allarmante tale da sovraccaricare il sistema sanitario pubblico. Gli ultimi dati epidemiologici suggeriscono un tasso del 79% di doppia diagnosi in coloro che soddisfano i criteri per ogni singolo disturbo psichiatrico
La maggior parte della popolazione di persone con doppia diagnosi è molto eterogenea riguardo al tipo e alla severità della malattia mentale e del disturbo da uso di sostanze, alle abilità e ai supporti psicosociali e a molti altri fattori.
La compresenza di una dimensione depressiva nella storia delle persone che fanno uso di sostanze è sostenuta da notevoli evidenze epidemiologiche. L’abuso di oppioidi e/o alcol è associato a un rischio aumentato di 2,4 volte di disordini depressivi maggiori e i disturbi dell’umore sono presenti in comorbidità nei pazienti in trattamento per dipendenza da sostanze con percentuali superiori al 20 %. Nonostante queste evidenze fin troppo spesso componenti depressive non diagnosticate sottostanno al consumo di sostanze o al determinarsi di comportamenti e abitudini che possono evolvere in condizioni di dipendenza. Le psicosi indotte da sostanze sono condizioni comuni e gravi, associate a un rischio di transizione verso la schizofrenia. Le evidenze ci dicono che un primo ricovero su quattro in psichiatria è associato a consumo di sostanze.
Attraverso una revisione e uno studio di meta-analisi è stata riscontrata la transizione verso la schizofrenia del 25% delle persone affette da psicosi indotta da sostanze.
L’abuso di sostanze in età giovanile è associato ad un esordio precoce del disturbo schizofrenico. Il consumo di sostanze nella pratica clinica determina molto spesso un ritardo nel diagnosticare la compresenza di un disturbo psichiatrico, depressivo o schizofrenico, un ritardo nell’approntare cure adeguate e la discontinuità delle stesse se attuate con conseguenze negative sulla prognosi.
Questa FAD si propone di affrontare ed approfondire l’importanza di trattare adeguatamente e il più precocemente e a lungo possibile la comorbilità psichiatrica in persone che assumono sostanze con specifico riferimento ai disturbi depressivi e alla schizofrenia sia che tali disturbi siano indotti dall’uso di sostanze sia che siano indipendenti dal consumo delle stesse.
 


A BREVE ONLINE LE ISCRIZIONI